other versions
current version

CONCERTO-SPETTACOLO di Fatima Scialdone
al Pianoforte M° Andrea Bianchi/ M° Francesco Bancalari
gli abiti di Fatima Scialdone sono di Missoni


“CANTANDO L’ITALIA”

Concerto/ spettacolo che ha avuto il debutto ufficiale in Ottobre 2003 in Polonia -Varsavia-, nell’ambito delle manifestazioni organizzate dall’ISTITUTO ITALIANO DI CULTURA, in occasione della "III Settimana internazionale della Lingua Italiana”.
Il concerto è stato ripreso dalle due reti televisive nazionali, ed ha avuto un grande successo di pubblico e critica.

Il 4 Maggio 2004 ha rappresentato l’Italia nelle Celebrazioni dell’Unione Europea, e per questo ha avuto numerosissimi interventi in programmi nazionali (RAI1) e emittenti straniere, anche in Medio Oriente, dove ha avuto una larghissima distribuzione (Al Arabjia).
Nel 2005 ha debutato all’Expo Universale di Aichi in Giappone (Padiglione Italia) e poi Nagoya e Kyoto.
Gli abiti sono di MISSONI, appositamente realizzati.


Note dell’autrice/interprete

Attraverso le più belle canzoni della musica leggera italiana, le più conosciute, tradotte e cantate nel mondo… mi piace coinvolgere ed interagire con il pubblico, per rendere ancora più vive le emozioni che alcune canzoni suscitano nei nostri pensieri e nei ricordi.
Per questo parlo di “Concerto/ Spettacolo”, in quanto, da attrice–cantante, quale sono, ma soprattutto Donna, metto in scena l’incantevole seduzione che la lingua italiana, attraverso le canzoni e le poesie, riesce a esercitare sui nostri sentimenti. Un percorso che arriverà poi fino a Napoli, mia Terra, alla “Canzone napoletana”, storica, magica, coinvolgente, ed internazionale alchimia di suoni e parole di incomparabile suggestione.
Il VIAGGIO in Italia, attraverso queste canzoni è fatto da una scelta di repertorio fatta con gli occhi di una attrice, ossia , cantare per ricordare i grandi personaggi che hanno reso famosa la cultura italiana nel mondo, come Vittorio De Sica, Anna Magnani, Renato Rascel, Garinei e Giovannini, Modugno… etc…
Parto da un invito al pubblico di accompagnarmi in questo “viaggio in Italia” iniziando sulle note di “VIA CON ME“ di Paolo Conte, per continuare a raccontare la seduzione di un Fred Buscaglione con “BUONASERA SIGNORINA”, oppure di un Vittorio De Sica con “PARLAMI D’AMORE MARIU’”……o magari il fascino di un “CARUSO“ ……. Ricordare Anna Magnani con “COMME è BELLO FA’ L’AMORE QUANNO E’ SERA”, Rascel con “ARRIVEDERCI ROMA……………….
Cantare l’amore di donna sulle note di “GRANDE GRANDE GRANDE”, “ E SE DOMANI”…”ESTATE”…. Infine arrivare alla mia terra partenopea, ai classici napoletani, allo swing di Carosone, a “NUN è PECCATO", "ANEMA E CORE", "TORNA A SURRIENTO"… e tante, tante meravigliose canzoni per fare un viaggio nel cuore, nell’anima e nei ricordi, anche attraverso la Storia e gli aneddoti legati a questi capolavori ...e magari salutarci sognando di “VOLARE”... andando incontro... “O SOLE MIO”!
Scoprire come la musica è veramente una lingua internazionale, e come attraverso questa si possono abbattere barriere e pregiudizi. L'umanità vive, gioisce e piange le stesse emozioni, al di là di guerre, politica, lingua e religioni.
La nostra musica italiana, e soprattutto quella napoletana, ha tanti punti di incontro nelle più svariate civiltà. Infatti, alla fine dei miei spettacoli, spesso canto con artisti del posto canzoni in lingua locale e, a volte, sono loro a chiedermi di cantare le nostre.
"O sole mio" è stata scelta e cantata con me dall'artista nazionale yemenita Shoruk sul palco del teatro nazionale di Sana’à.
Non sapeva il significato delle parole …ma ha provato le mie stesse emozioni, così ha detto sul palco, e così l’abbiamo cantata insieme.
Il percorso della cultura è un percorso di scambi e di pace.
Fatima Scialdone


Organizzazione
Roberto Di Palma
cell (+39) 339.1942929
robydipalma@virgilio.it


 

English Version | Spanish Version | Arabian Version


PRIMO DEBUTTO

Ottobre 2003
- Polonia -Varsavia settimana internazionale della Lingua italiana
Maggio 2004 - Malta - La Valletta, rappresentanza ufficiale dell'Italia
all'ingresso di Malta in U.E.

 

 

English Version current version go ton English version go to Spanish versiongo to arabian version